apr 052015
 

Il Libro dei Racconti è un inedito scritto da mio padre, che non fece in tempo a pubblicare perché nel mentre venne a mancare, e per il quale avevo fatto alcuni disegni da inserire in ogni racconto. Era scritto in galloitalico minore parlato a Ferla, antico dialetto tuttora in essere in forma simile a quella originaria in alcuni paesi della Sicilia centrale ed orientale, particolarmente a Piazza Armerina, Aidone, S.Fratello, Nicosia e Sperlinga, diffusosi al tempo della dominazione Normanna e Lombarda nel XIII secolo, per cui conserva specialmente nella fonetica, un substrato gallo-celtico tipico del parlare dell’Italia settentrionale, zona Piemonte e l’entroterra ligure di ponente, della Provenza e della Bretagna.  A Ferla fu portato dagli abitanti di Piazza Armerina discendenti dai Lombardi che la fondarono e a lungo vi risiedettero, ma nel tempo fu influenzato dalle successive dominazioni che si susseguirono a Ferla, fra i quali il catalano, che nei secoli ha portato il dialetto ferlese più vicino al parlare siciliano.

Io, di tanto in tanto, cercherò di inserire uno dei disegni che avevo fatto a suo tempo nella sezione “Racconti” e una storia illustrata a fumetti e il testo tradotto in italiano di alcuni racconti nella sezione “Articoli”; pubblicherò il testo in Italiano perché ritengo che sia alquanto ostico, anche per un siciliano, poter comprendere alla perfezione il testo in originale scritto in galloitalico.

 Posted by at 0:14
This site is protected by WP-CopyRightPro